Costruisco telai di biciclette da quando ho cominciato a lavorare nel settore “specialty metals.”. Dopo aver conseguito la laurea in architettura alla Texas A&M University, ho lavorato presso un fabbro/scultore in Mississippi.  Il sabato e la domenica sono sempre stati riservati alle corse.  Anni dopo sono arrivato in Toscana dove ho cominciato un nuovo lavoro volto alla costruzione di  negozi e loro componenti metallici per conto delle grandi case di alta moda in tutto il mondo (mentre passavo ogni momento libero sulla bicicletta).

Attraverso queste esperienze ho imparato il grande valore dell’abilità manuale che è una tradizione importante tanto quanto il ciclismo in Italia.  Nel corso della mia carriera ho sempre seguito lo sviluppo di progetti partendo dall’idea concettuale seguendone l’evoluzione fino ad arrivare al prodotto finale perfettamente eseguito, basandomi esclusivamente sulle mie esperienze come architetto/designer e sulle mie abilità manuali.  Costruire telai  di bicicletta è stata un’evoluzione naturale per me.  Le mie capacità nel  costruire telai da strada e di mtb sono arricchite dalle mie esperienze come ciclista amatoriale negli Stati Uniti ed in Italia e dalle analisi e opinioni che ho avuto modo di raccogliere da altri ciclisti.

Essendo una persona alta (190cm), non mi sono mai trovato pienamente soddisfatto con le biciclette offerte dalle grandi case produttrici le quali propongono solo poche misure standard che dovrebbero soddisfare tutte le richieste. Per di più si affidano ad accessori e componenti registrabili per arrivare soltanto ad una geometria “adeguata” senza  tenere minimamente conto di aspetti importanti come le proporzoni antropometriche, il peso, le caratteristiche di andatura (i.e.scalatore, passista, gran fondista, etc.).  Nella mia ricerca per la bici “giusta”, ho provato tutti i materiali: carbonio, acciaio, alluminio e anche la termoplastica.

Quando ho cominciato a costruire i primi telai nel ’95 ho adoperato acciai con tubi “pipati” della True Temper (USA) brasati in modo tradizionale e negli anni successivi, ho cominciato a sperimentare materiali come l’alluminio e il titanio.  Nel 2001 dopo aver completato un progetto a New York, ho avuto la grande possiblità frequentare il corso di “Titanium Frame Design” del rinominato United Bicycle Institute, specializzandomi nel materiale più evoluto per telai di biciclette: il titanio.  Da quel momento in poi costruisco telai esclusivamente in titanio grado 9 e grado 5.  A gennaio 2004 ho lasciato il mio lavoro per dedicarmi a tempo pieno alla mia ambizione personale: costruire telai su misura in titanio per ciclisti appassionati come me.

aboute per chi ha un po’ piu’ tempo…

torna su